L'IPNOSI IN GRAVIDANZA

IL PARTO CON L'IPNOSI

Tra tutti i dolori che hanno accompagnato l'uomo nella sua lunga storia, è forse quello legato al parto quello più ritualizzato, più conosciuto e con i più chiari caratteri di ineluttabilità. Le radici della tecnica ipnotica traggono origine dal bisogno di vincere il dolore.
L'ipnotismo rappresentò il primo presidio terapeutico verso questo dolore atteso e temuto e le sue formule misteriose e "magiche" (come tutta l'arte medica dei primordi) si rivelarono capaci di lenire e talvolta di far scomparire totalmente la sensazione algica.
Con il passare del tempo si sono prodotte profonde trasformazioni nelle tecniche e nelle aspettative di chi pratica la tecnica ipnotica e di chi ne ricerca i benefici.
Siamo passati dal proposito di partorire "in" trance ipnotica, ( vista come mezzo per ottenere uno stato globale di anestesia, alternativa ma non dissimile a quella ottenibile con mezzi chimici) a quello di partorire mediante l'ipnosi (intendendo questa come la tecnica più potente e idonea per estendere le capacità di cambiamento del soggetto, permettendogli di attingere a tutte le sue potenzialità consce ed inconsce di adattamento). Al fine di una adeguata preparazione al parto, i meccanismi di esso, le paure connesse, l'anatomia degli organi interessati, i possibili rischi connessi al travaglio ed al parto, sono temi che debbono essere esaurientemente affrontati con discussioni singole e di gruppo ed adeguate spiegazioni. Tutto ciò per rafforzare la fiducia della gestante e per rendere giustificati e credibili ai suoi occhi gli esercizi fisici e di respirazione che le verranno insegnati e richiesti.

L'ipnosi permette di far emergere quella capacità femminile innata di saper partorire, assecondando le richieste del corpo, per assicurare un adeguato accompagnamento al bambino che sta per nascere.

La futura madre viene resa consapevole e partecipe delle diverse fasi del parto e può viverle anticipatamente attingendo, in trance, alle sue conoscenze innate per trovarsi pronta agli eventi, nel momento in cui si presenteranno al termine della gravidanza.

PUNTI SALIENTI

I TRE PUNTI DI FORZA

LA PRIMA SEDUTA

LA SECONDA SEDUTA

LA TERZA SEDUTA

LA QUARTA SEDUTA

LA QUINTA SEDUTA

LA SESTA SEDUTA

LA SETTIMA SEDUTA

L'OTTAVA SEDUTA

Psicologo Monza e Brianza © Stefania Zuccari